Informativa

Su questo sito utilizziamo solo cookies tecnici. Navigandolo accetti. Clicca su Leggi Policy per ulteriori informazioni.

Ultimo Giornalino  

   

Accedi  

   
Mercoledì, 01 Dicembre 2010 00:00

Novara si conferma città del riciclaggio

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Capisco che detta così, questa affermazione potrebbe dare adito a perniciosi equivoci e magari anch’io correrò il rischio di incendiare qualche coda di paglia lassù, tra le verdi praterie, dove sapete. Ovviamente qui si parla solo di scelte ecologiche: la notizia è questa, domenica 7 novembre c.a. il nuovo Consiglio della Fraternita di Agognate ha riconfermato la Presidente uscente Gabriella Avezzano. Infatti i saggi Confratelli prima e i prudenti Consiglieri dopo, si son detti: ma perché rottamare il Presidente vecchio per eleggerne uno nuovo nuovo, con tutti i rischi connessi? Meglio andare sul sicuro, eventualmente per le correzioni di rotta si può sempre provvedere in seguito... Come dice l’adagio? “Chi lascia la presidente vecchia per la nuova (o il nuovo) sa quello che lascia ma non sa quello che si ritrova” (sempre che lo trovi).
 So che ora la nostra serafica Irene mi vorrà bruciare a fuoco lento sulla pubblica piazza con una patata ben calcata in bocca (in modo da evitare altri sproloqui) e magari un rametto di rosmarino ...altrove, ma personalmente come “Bastian contrari” io preferivo continuare a parlare di Priore o di Priora, ma evidentemente (così penso io che son malizioso per natura) lassù ai soliti frati occhiuti e sospettosi questa storia che anche noi laici avessimo dei Priori (da altrettanti secoli quanto loro, si badi bene) proprio non gli andava giù e tanto han detto e tanto han fatto che adesso si chiamano Presidenti, speriamo che sull’onda di questi “prioriti” a nessuna venga poi in mente di trasformare i Consigli di Fraternita in Consigli d’Amministrazione e le Fraternite in S.r.l. Comunque noi nel caso saremmo al solito già avantissimo, perché come Tesoriere (sempre in virtù del nostro alto senso dell’ecologia) abbiamo rieletto un bancario coi fiocchi: Luca Dentis, sempre che non se ne fugga col malloppo in qualche purgatorio fiscale (sì, perché per i paradisi fiscali ci vogliono ben altri capitali!).
Insomma la Fraternita di Agognate ha compiuto la sua svolta ecologista, che a ben guardare sta già scritta tutta quanta nel nostro DNA di penitenti figli di San Domenico, tutti cavati “ex ore leonis” direbbe abuna Ennio e quindi tutti riciclati!
In compenso invece abbiamo una Maestra dei novizi (in questo caso ahinoi, dovremmo ribattezzarla “della novizia”) nuova di conio, ancora scintillante di zecca... e di paillettes: l’affascinante signora Rizzi, al secolo Angela Vaccanio. Ancora più baluginante di zecca è il novello VicePresidente: Angelo Serina, anche lui in una eventuale trasformazione della fraternita in S. r. l. è in Pole position essendo già Direttore di Ispettorato del Lavoro.
Insomma Signori, se non l’avevate capito, questa è una Fraternita d’élite e se non avete qualche quarto di nobiltà (in mancanza si accettano anche i quarti di bue) non potete sognarvi di far parte della nostra lustrissima congrega di naufraghi di prima classe.
Unica defaillance in tanto fulgore l’elezione del Segretario nella persona del sottoscritto: ma dico, serbare le scartoffie passi che già tra le scartoffie ci lavoro, ma vi  sembro uno in grado di custodire qualsivoglia segreto? In realtà al proposito ho i miei sospetti sulla priora, ops, volevo dire Presidenta, infatti l’ho beccata in ferramenta che confabulava in maniera sospetta col negoziante: appena mi ha visto, tutta paonazza per la “sgamata” imprevista  mi ha detto che è venuta per lo sciaquone del cesso che le si è rotto proprio nel momento del bisogno, anzi del bisognino, prolungandosi poi al solito in lunghe descrizioni che vi risparmio. Come mai però pochi secondi prima era lì con uno strano sorrisino sulle labbra, che ravanava col garzone di bottega tra strani serramenti scintillanti d’acciaio inox che mi ricordavano molto quelle indossate suo malgrado dall’orrifico Dr Lecter, per gli amici: “Hannibal the cannibal”? Excusatio non petita est accusatio manifesta! Altro che sciaquone d’Egitto, non c’è dubbio, qui qualcuno ora pensa di correre ai ripari della “mala parata” con qualche supplizioso marchingegno! Ma io mi ribellerò, statene certi!  
Il vostro affezionatissimo e novissimo Segretario
                        Paolo Crivellaro

Letto 1727 volte
Altro in questa categoria: « Astro del Ciel Buchi e rammendi »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

   
© Copyright 2018 Fraternita’ Domenicana di Agognate - Via Valsesia Agognate 1, 28100 Novara - 0321.623337 - 0321.1856300 - info@agognate.it - Webmaster: P. Raffaele Previato op